Tim ID Left
Tim ID Right
Tim ID Top
Menu

Seguici su

 


Febbraio 2018 - © L'Imprenditore

Al fianco delle imprese per la ripresa

di Sergio Torrisi

Condividi articolo

Le aziende chiedono figure professionali preparate e subito operative. In questa ricerca le agenzie per il lavoro sono fondamentali. Ce ne parla Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana

 

Agganciare la ripresa, accompagnare l’innovazione in azienda accettando la sfida di quell’industria 4.0 che oramai è una realtà, fluidificare il dialogo fra scuola e impresa per costruire un futuro concreto per i giovani e generare nuove competenze e nuova linfa per le imprese. Soprattutto per quelle Pmi che rimangono l’ossatura portante dell’economia italiana. Cresce a due cifre la somministrazione di lavoro, spiegando bene la scelta di molte aziende italiane di cogliere le trasformazioni in atto guardando ad una nuova progettualità nella gestione delle risorse umane. 

Un tema che abbiamo posto a Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana, l’agenzia per il lavoro che conta 130 filiali nel territorio nazionale e che impiega mediamente 23mila persone ogni giorno.

 

Il mercato del lavoro si sta muovendo in maniera veloce. Ma in quale direzione sta andando e come stanno reagendo le imprese? 

Le aziende si trovano a vivere una nuova stagione e in questo contesto il lavoro assume una funzione strategica nell’ambito della produzione industriale. La persona si pone ancora una volta al centro del sistema azienda, risorsa essenziale che può determinare la riuscita di un progetto e lo sviluppo di un’idea imprenditoriale.

Risorse agili in un mercato agile, preparate, costantemente formate, capaci di inserirsi in dinamiche veloci, evolutive, innovative. 

 

Qual è il ruolo delle agenzie per il lavoro in questo contesto? 

In questa fase economica le agenzie per il lavoro si trovano a svolgere per le aziende oltre a un’azione classica di reclutamento, anche un’attività di affiancamento strategico, facendosi player attivo nell’individuazione della figura migliore per il contesto e, nel caso, attivandosi per formarla adeguatamente e renderla così immediatamente operativa. 

 

Quali sono le competenze richieste dal mercato e quanto ha inciso l’innovazione dei processi industriali in quell’Industria 4.0, oggi sempre più realtà?

Lo sguardo è rivolto prevalentemente al mondo dei giovani e alle nuove professionalità che l’Industria 4.0 richiede. Accanto a una sostanziosa preparazione scolastica e ad adeguate competenze trasversali, le aziende richiedono figure tecnico scientifiche capaci di inserirsi immediatamente nei cicli produttivi, ma trovano ancora insufficienti le risposte che arrivano dalla scuola. 

Ecco che il dialogo tra formazione scolastica e impresa si rivela fondamentale.

 

Formazione, orientamento, alternanza sembrano, dunque, le parole chiave per il dialogo fra impresa e giovani.  

Umana ha sempre guardato con attenzione al mondo della scuola e dell’università e ha istituito al proprio interno, sin dalla sua fondazione, un’area specialistica dedicata all’orientamento al lavoro dei giovani. Ha puntato sullo sviluppo di progetti di alternanza scuola-lavoro e apprendistato anche in somministrazione. 

Solo nell’anno scolastico 2016-2017 ha partecipato a 618 eventi di orientamento in Italia, ha incontrato 47mila giovani, raccolto oltre 21mila curricula, tutti inseriti nel proprio data base nazionale. Collabora attivamente con oltre 56 atenei in Italia e con moltissimi istituti superiori del secondo ciclo e Cfp, e con 19 Its. 

 

Un impegno a 360 gradi, dunque. 

Umana è stata la prima agenzia per il lavoro in Italia a sottoscrivere con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca un Protocollo di intesa al fine di “rafforzare il rapporto tra scuola e mondo del lavoro” ed è notizia recente il conferimento di Confindustria ad Umana – unica fra le agenzie per il lavoro in Italia – del “Bollino Its Academy”. Si tratta di un riconoscimento che certifica la particolare propensione nel campo delle risorse umane e l’impegno al fianco delle Fondazioni Its italiane, classificandoci fra le aziende più performanti e attente nel panorama italiano. Il futuro che ci attende è già il presente per molte aziende italiane ed è importante sostenerle nel loro percorso di sviluppo. Uno sviluppo che non può prescindere da una concezione del lavoro moderna, contemporanea, in continua evoluzione. Sempre guardando alla persona, al suo valore e alla sua dignità.

limprenditore

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER UE PER LE PMI

Leggi anche

Allegati

piani formativi